Apertura nuovo ristorante a Roma? Tutto pronto per DOMÒ

Apertura nuovo ristorante a Roma? Tutto pronto per DOMÒ

Nuova apertura di Domò? Ci siamo. Sabato è il grande giorno d’ouverture e gli utenti di Facebook impazzano sulla pagina ufficiale del ristorante perché non stanno più nella pelle. Quando un’idea è buona lo si vede già dalla sua alba e lo dimostra la storia di questo nuovo ristorante giapponese fusion a Roma. Non ha ancora aperto i battenti e già è al centro di un tam tam mediatico importante. D’altronde la gente ha voglia di cose belle e nuove e Domò è il posto dove avere entrambe. La bellezza di cenare in una location unica ed ampia emoziona tante persone. L’opportunità di gustare una cucina innovativa che mischia, agli elementi gastronomici nipponici, quelli sud americani insieme a quelli italiani è rara. L’attesa è finita. Da sabato potrete gettarvi in questa nuova avventura per pranzo e per cena. Buon viaggio! 

Non è una bufala. La nuova apertura di Domò è realtà ed è alle porte. La precedente data è stata rinviata per la voglia dei gestori di dare il massimo ai loro clienti, completando al 100% il ristorante. Si tratta, d’altronde, di un posto importante. Una cornice di 600 metri quadrati di modern space arricchito da innovative tecnologie di illuminazione, salotti immersi nel verde e tavoli ovali per cene di gruppo.

Molte sono le attrazioni da vedere in questo posto per una notte magica e ancor di più sono le attrazioni culinarie. L’occhio vuole la sua parte? Vero. Anche la pancia. E con Domò entrambi saranno felici.

Evento privato a Roma

La nuova apertura di Domò sarà un evento privato a Roma memorabile. Si tratterà di un party a cui si potrà accedere solo su prenotazione, in cui ci saranno corner di cibo giapponese (in stile finger food da assaggiare) e dove il cibo non si pagherà.

Voci di corridoio parlano di interessanti show cooking ma nulla è confermato su questa passaggio perché la sorpresa è l’ingrediente segreto di questo magico tempio del sushi nel cuore della capitale, sospeso tra quartiere Trieste e Coppedè.

Esempi di piatti giapponesi fusion

Cosa si mangia in un ristorante fusion? Creazioni. Piatti che prendono a mani basse dalla tradizione del Giappone, del sud America e dell’Italia

Ecco una lista non esaustiva di esempi di piatti giapponesi fusion:

  • YAKI NOODLES, TAGLIOLINI DI RISO CON MAZZANCOLLE, FAGIOLINI E SBRICIOLATA DI NOCI;
  • RAMEN CHASUMISO, RAMEN IN BRODO DI MAIALINO CHASU, CIPOLLOTTO, SPINACI E ALGA NORI;
  • BLACK YAKIMESHI, RISO VENERE AI FRUTTI DI MARE, UOVA TAMAGO E FIOCCHI DI TONNO DISIDRATATO ;
  • GYU DON, TEPPANYAKI DI MANZO SU LETTO DI RISO AL VAPORE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *