Settimana della cucina italiana in Giappone: partita come Domò

Settimana della cucina italiana in Giappone: partita come Domò

Settimana della cucina italiana in Giappone? Al via questo lunedì, come il nostro ristorante di cucina giapponese fusion a Roma, Domò, che abbiamo inaugurato sabato scorso con un evento privato e che propone piatti in cui ci sono anche molti elementi del menu italico e del Sud America. Il nostro paese parla sempre di più col Sol Levante e lo fa attraverso il gusto che è diventato lingua comune, anche grazie al successo di trasmissioni televisive culinarie come “Masterchef” e “Cucine da Incubo”. Cosa bolla in pentola per questa interessante iniziativa gastronomica e come si lega il tutto al nostro ristorante? La risposta qualche riga più sotto. Buona lettura.

E’ ufficialmente iniziata la settimana della cucina italiana in Giappone. Il fitto calendario prevede oltre quaranta iniziative tra seminari sulla dieta mediterranea e presentazioni di grandi consorzi a tutela del vino e dei prodotti italiani. Sono anche previste, ovviamente, lezioni di cucina e degustazioni tradizionali.

In occasione di questa edizione, che è la seconda, è partita anche l’azione di coordinamento dell’Ambasciata d’Italia in Giappone in accordo con la comunità imprenditoriale italiana, il sistema consolare, gli Istituti Iialiani di Cultura di Tokyo e Osaka, i locali Uffici ITA ed ENIT nonché la Camera di Commercio Italiana in Giappone e l’Accademia della cucina italiana e dei cuochi in Giappone (Acci).

Cosa succede nell’iniziativa gastronomica italiana in Giappone lo spiega l’Ambasciatore d’Italia Giorgio Starace che, all’ansa, dice:

“Abbiamo scatenato una vera offensiva del Made in Italy agroalimentare in Giappone. Ai quasi 80 eventi dedicati al vino del nostro Paese, ricompresi nella campagna denominata “3000 anni di vino italiano” avviata lo scorso ottobre, si aggiungono ora le oltre 40 iniziative della Settimana della Cucina Italiana, in programma da qui a fine novembre su tutto il territorio giapponese”.

Numeri impressionanti, considerando anche che, durante l’evento oltre 120 ristoranti offriranno su tutto il territorio giapponese un menu speciale. Numeri impressionanti sono anche quelli di Domò che mischia Giappone, Italia e Sud America nei suoi piatti e che propone 600 metri quadrati di location moderna per goderseli.

Apertura di Domò

Sabato 11 novembre c’è stata un’inversione di rotta della settimana della cucina italiana in Giappone. Nel cuore della capitale italiana, infatti, è arrivato il grande cibo nipponico ma col tocco magico di una cucina fusion in cui non si è rinunciato ad ingredienti tipici del nostro menu e a cui se ne sono aggiunti molti altri anche dal Sud America.

Il party privato è andato benissimo e lo dimostrano le foto che abbiamo pubblicato sulla pagina ufficiale di Facebook di Domò che vi invitiamo a vedere. Le nostre proposte gastronomiche sono state molto apprezzate dagli astanti che hanno prontamente “socializzato” il gradimento tra like, tag e commenti entusiasti.

Non perdetevi neanche il video dell’inaugurazione di Domò, sempre su Facebook.

Mangiare giapponese fusion a Roma

Dove mangiare giapponese fusion a Roma? Nel quartiere Coppedè! Più precisamente all’interno dei 600 metri quadrati del nostro nuovo ristorante giapponese. Tra verde, cascate d’acqua, illuminazione moderna, giardino al contrario, salotti esclusivi e tavoli social dedicati a cene di gruppo.

Cosa si mangia a Domò? Facciamo degli esempi così capirete l’innovazione di gusto che stiamo cercando:

  • MANGO ROLL, REALIZZATO CON SALMONE IMPANATO, CETRIOLI, CON ABURI DI SALMONE E CREMA DI MANGO E COCCO;
  • BASILICO ROLL A BASE DI SALMONE, GAZPACHO TARTARE, SESAMO E SALSA AL BASILICO;
  • SALMON TARTAR: SALMONE, AVOCADO, MANGO, TOBIKO, OLIO ALLA MENTA, LIME;
  • MAGURO TATAKI: FILETTO DI TONNO SCOTTATO CON SALSA GAZPACHO;
  • DOMO’ CEVICHE: PESCATO MISTO CON CIPOLLA ROSSA DI TROPEA, LIME & LIMONE, CORIANDOLO, PEPERONI, JALAPENO, OLIO E.V.O.;
  • RAMEN CHASUMISO, RAMEN IN BRODO DI MAIALINO CHASU, CIPOLLOTTO, SPINACI E ALGA NORI;
  • YAKI NOODLES: TAGLIOLINI DI RISO CON MAZZANCOLLE, FAGIOLINI E SBRICIOLATA DI NOCI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *